Editorial Policies

Focus e ambito

CICERONIANA ON LINE (COL) è pubblicata solo on line con cadenza semestrale (due numeri all’anno, eventualmente raggruppabili, sempre con segnatura 1-2) congiuntamente dalla SIAC (Société Internationale des Amis de Cicéron, (www.tulliana.eu) e dal CSC (Centro di Studi Ciceroniani di Roma) e ospita articoli concernenti la figura storica, letteraria, filosofica e umana di Cicerone, le sue opere, le sue fonti e la sua fortuna. Tutte le discipline e tutte le metodologie di ricerca sono accolte: filologia, linguistica, storia letteraria, esegesi, retorica, Quellenforschung, filosofia, archeologia e storia dell’arte, storia, prosopografia, religione, psicologia, allusività, intertestualità, generi letterari, gender studies, antropologia, Fortleben, didattica, nuovi media e digitalizzazione e così via. Il riferimento a Cicerone non deve essere obbligatoriamente presente nel titolo, ma è necessario che il legame con la sua opera e il suo pensiero sia evidente e significativo nell’articolo.

COL, nata da una decisone comune del CSC (ultima conferma nella seduta della Giunta del 27 ottobre 2012) e della SIAC (decisione ratificata dall’Assemblea Generale il 15 gennaio 2010), si pone in continuità con Ciceroniana, Nuova serie, che dal 1973 al 2009 ha pubblicato a stampa gli atti dei primi 13 Colloquia internazionali del CSC. I numeri pregressi di Ciceroniana sono disponibili gratuitamente on line come parte integrante della collaborazione CSC-SIAC. La pubblicazione avviene grazie alla piattaforma Open Access dell’Università di Torino ed è ripresa nei siti web delle due istituzioni fondatrici.

La rivista è stata diretta per il triennio 2013-2015 da un Consiglio scientifico paritario nominato dalla SIAC e dal CSC. Il Consiglio è stato istituito originariamente dalle due società in dieci membri, Proff. M. De Nonno, P. Fedeli, L. Gamberale, G. Garbarino, G. Mazzoli (CSC); C. Guérin, C. Lévy, E. Malaspina, R. Pierini, F. Prost (SIAC); è facoltà del Consiglio decidere di aumentare la propria composizione; l’ingresso di nuovi membri nel Consiglio avviene per cooptazione. 

Nella riunione telematica del 17 maggio 2016 nel Consiglio sono stati cooptati i seguenti 7 membri per il triennio 2016-2018: Carmen Codoñer (Salamanca, Emerita); Catharine Edwards (University of London); Matthew Fox (Glasgow); Margaret Graver (Dartmouth College); Gesine Manuwald (University College, London); John Ramsey (Chicago, Emerito); Hiroyuki Takahashi (Kyoto). 

È facoltà del Consiglio decidere di aumentare o diminuire ulteriormente la propria composizione; l’ingresso di nuovi membri nel Consiglio avviene per cooptazione ogni tre anni. 

Dalla fondazione della Rivista a tutto il 2016 il Consiglio scientifico ne ha eletto Direttore la prof.ssa Giovanna Garbarino. Il Direttore ha nominato il prof. Malaspina Segretario del Consiglio, con delega alla Redazione e all’edizione on line, disponendo anche la formazione di un Ufficio di presidenza formato dai prof. Lévy e Gamberale, in rappresentanza di SIAC e CSC, per affiancarla nelle attività di governance.

Dal 2017 il nuovo direttore è il prof. Carlos Lévy.

La rivista pubblica anche recensioni e schede bibliografiche, sotto la direzione di Andrea Balbo.

Al Consiglio scientifico è demandato il compito di valutare di volta in volta la congruità degli articoli presentati con le specifiche richieste dalla rivista.

 

Politiche delle sezioni

Sommario

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Articoli

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Recensioni

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Sezione di Prova

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Altro

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Indici

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Cronache

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Note

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed
 

Processo di Peer Review

Al momento in cui la redazione riceve un articolo proposto per la pubblicazione, controllata l’integrità materiale dei documenti e l’ottemperanza alle norme editoriali di cui sopra (in particolare l’assenza di elementi identificativi), ne dà notizia al direttore. Il direttore, sentito il parere dell’ufficio di presidenza, nomina due revisori a cui sottoporre l’articolo in blind review; tranne casi particolari che dovranno essere debitamente segnalati all’autore, la procedura di valutazione deve essere conclusa entro due mesi al massimo. Uno dei due revisori può essere scelto all’interno del Consiglio scientifico. Ogni due anni vengono pubblicati l’elenco dei revisori e le percentuali dei contributi accolti e rifiutati.


La rivista garantisce agli autori il rispetto dei seguenti tempi per la gestione del processo editoriale:

  • lettura da parte del comitato di direzione: entro 2 settimane dalla submission;
  • primo giro di peer review: entro 4 settimane dall'assegnazione;
  • comunicazione all'autore: entro 8 settimane dalla submission;
  • tempo per eventuali modifiche dell'autore: entro 3 settimane dalla richiesta delle modifiche;
  • decisione editoriale definitiva: entro 2 settimane dal ricevimento della versione modificata

 

Ogni revisore è tenuto a rispondere alla Direzione con un giudizio di rifiuto (motivato) o di accettazione (senza modifiche oppure con modifiche, che devono essere indicate con precisione). In caso di valutazioni discordanti da parte dei due revisori, il direttore chiede uno o più pareri terzi all’interno del Consiglio scientifico. La redazione si occupa infine di comunicare l’esito della procedura all’autore. In caso di revisioni significative imposte all’autore, il direttore sottopone ai medesimi revisori l’articolo rivisto. Il primo giro di bozze è corretto dall’autore sui files inviatigli dalla redazione; il secondo è riscontrato solo dalla Segreteria di redazione. Il segretario deve tenere memoria scritta e riservata di tutta la procedura per ciascun articolo. Gli articoli non pubblicati non vengono restituiti agli autori, ma tornano nella loro piena proprietà letteraria.

- Revisione imparziale

Il Direttore e il Comitato di Redazione devono assicurare che ogni manoscritto ricevuto da COL sia esaminato per il contenuto intellettuale, senza considerazioni di sesso, genere, razza, religione, cittadinanza, ecc.

- Riservatezza del materiale presentato

Il Direttore e il Comitato di Redazione dovranno garantire che siano usati sistemi atti ad assicurare la riservatezza e la protezione dall’abuso sia del materiale presentato alla rivista e che si trova in corso di revisione sia dell’identità degli autori e dei revisori. Dovranno quindi prendere ogni provvedimento possibile per proteggere la riservatezza dell’identità di autori e revisori. 

 

NORME PER I REVISORI

- Revisioni imparziali

I Revisori dovranno valutare i manoscritti in modo oggettivo, imparziale e professionale. I Revisori dovranno evitare pregiudizi personali nei commenti e nei giudizi e dovranno esprimere i loro pareri chiaramente, argomentandoli. I Revisori dovranno fornire revisioni giustificate e imparziali. Esse dovranno evitare gli attacchi personali e non dovranno includere alcun materiale diffamatorio, inaccurato, calunnioso, fuorviante, osceno, scandaloso, illegale, o discutibile in qualsiasi altro modo, o che violi il copyright, la privacy o qualsiasi altro diritto di qualsiasi altra persona.

- Riservatezza

Le informazioni riguardo ai manoscritti presentati dagli autori dovranno essere confidenziali e trattate come informazioni privilegiate. I Revisori non dovranno discutere del manoscritto con altri che non sia il Direttore o il Vicedirettore, né dovranno discutere qualsiasi informazione proveniente dal manoscritto senza permesso.

- Riconoscimento delle fonti

I Revisori dei manoscritti dovranno assicurarsi che gli autori abbiano riconosciuto tutte le fonti dei dati usati nella ricerca. Qualsiasi similarità o sovrapposizione del manoscritto con qualsiasi altro articolo pubblicato, di cui il revisore abbia conoscenza personale, deve essere immediatamente comunicato al Direttore o al Vicedirettore.

- Puntualità

Nel caso un revisore pensi che non gli/le sia possibile completare la revisione del manoscritto entro il tempo prefissato, deve informarne il Direttore  o il Vicedirettore, perché si possa mandare il manoscritto a un altro revisore.

- Diritto di rinuncia

I Revisori dovranno rifiutare di revisionare manoscritti: a) nel caso in cui abbiano fornito all’Autore commenti sul manoscritto o su una versione ad esso precedente; b) nel caso in cui abbiano conflitti di interesse risultanti da relazioni o collegamenti di competizione, finanziari, istituzionali, personali, o altro, con qualsiasi compagnia, istituzione, o persona collegate ai manoscritti.

- Lagnanze

Ogni lagnanza riguardo la rivista dovrà, in prima istanza, essere diretta al Direttore Responsabile e  al Vicedirettore di COL

 

 

Frequenza di pubblicazione

Gli articoli della rivista saranno pubblicati tutti insieme, come parte di un numero completo otato di sommario definitivo, e non singolarmente appena pronti. La cadenza è semestrale: due numeri all’anno, a maggio e novembre (eventualmente raggruppabili, sempre con segnatura 1-2).

 

Open Access Policy

Questa rivista fornisce accesso aperto ai suoi contenuti, ritendendo che rendere le ricerche disponibili liberamente al pubblico migliori lo scambio della conoscenza a livello globale.

Ciceroniana on Line applica una licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International a tutto il materiale pubblicato.

Con la licenza CC-BY-SA, gli autori mantengono il copyright sui loro contributi, garantendo tuttavia a chiunque la possibilità di scaricare, riusare, ristampare, modificare, distribuire e/o copiare i materiali pubblicati da Ciceroniana on Line.

Non è necessario richiedere ulteriori autorizzazioni all'autore o alla redazione della rivista.

Tutto ciò è conforme alla definizione di Open Access data dalla Budapest Open Access Initiative.

 

Archiviazione

Questa rivista utilizza il sistema LOCKSS - sul network del PKP -
per creare un sistema di archiviazione distribuito tra le biblioteche partecipanti e permette a queste di creare archivi permanenti della rivista per scopi di conservazione. Prosegui...

 

Statistiche

 

Licenze Creative Commons

Ciceroniana on Line applica una licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International a tutto il materiale pubblicato.

Con la licenza CC-BY-SA, gli autori mantengono il copyright sui loro contributi, garantendo tuttavia a chiunque la possibilità di scaricare, riusare, ristampare, modificare, distribuire e/o copiare i materiali pubblicati da Ciceroniana on Line.


 

Spese di pubblicazione

Ciceroniana on Line non richiede agli autori il pagamento di spese di pubblicazione (Article Processing Charges  - APC) o spese per l'invio di proposte di articoli (Submission charges).

 

Indicizzazione

Subito dopo la pubblicazione del primo fascicolo, COL ha avviato il processo di riconoscimento presso le principali agenzie mondiali di ranking.

Attualmente COL è presente nei seguenti database:

 

Codice etico

COL si attiene ai migliori criteri di pubblicazione. La prevenzione di pratiche negligenti di pubblicazione è una delle responsabilità più importanti del Direttore Editoriale e del Comitato di Redazione. Il Codice descrive le politiche atte ad assicurare il trattamento etico di tutti coloro che partecipano ai processi di revisione e di pubblicazione.

Queste direttive si applicano a qualsiasi manoscritto presentato a COL e possono essere riviste in qualsiasi momento dal Direttore Responsabile. I seguenti doveri, indicati per direttori e redattori, autori e revisori si basano sul Code of Conduct and Best Practice Guidelines for Journal Editors (versione più recente 2011).

 

-       Doveri del Direttore responsabile

Il Direttore è responsabile del contenuto della rivista e tenuto a assicurare l’integrità di qualsiasi lavoro vi venga pubblicato.

 

-       Decisioni per la Pubblicazione

Il Direttore ha il diritto di decisione definitiva sull’accettazione o sul rifiuto di un manoscritto, a seconda dell’originalità, della chiarezza del manoscritto e della sua rilevanza per la rivista.

 

-       Revisione dei Manoscritti

COL pratica un processo di revisione in doppio cieco, nel quale gli Autori non conoscono i Revisori e viceversa. È responsabilità del Direttore assicurare revisioni tempestive, indipendenti e anonime a carico di revisori qualificati che non abbiano conflitti di interesse squalificanti per qualsiasi manoscritto presentato alla rivista. È responsabilità del Direttore assicurare che la rivista abbia accesso a un numero adeguato di revisori competenti. I revisori verranno indicati sulla rivista alla fine di ogni anno. La lista dei revisori è pubblica, rintracciabile sul sito della rivista due annate dopo.

 

 

Conflitto di interessi

Il Direttore dovrà rifiutare di considerare un manoscritto per il quale abbia un reale o potenziale conflitto di interessi – risultante da un rapporto, da un collegamento finanziario, dalla competizione e dalla collaborazione, o da altro – con alcuno degli Autori, compagnie o istituzioni connessi con il manoscritto.