Variazioni

Unauthored Music and Ready-Made Landscapes: Aeolian Sound Sculpture


Abstract


The paper explores the practice of Aeolian sound sculpture from three main angles: musical, environmental and architectural. As musical pieces, such works can be regarded as a kind of aleatory practice that allows the composer to completely surrender artistic control, making the listener the one to assemble the composition. As environmental artworks, Aeolian sculptures make the traditionally invisible natural processes perceivable, making the audience aware of the complex structure of environment. Finally, as tools of urban design they re-infuse the public space with meaning, allowing the community to constitute itself as such.

L’articolo indaga la prassi delle sculture sonore di natura eolica a partire da tre punti di vista privilegiati: musicale, ambientale e architettonico. Intese come brani musicali, tali opere possono essere interpretate come afferenti a una particolare tipologia di prassi aleatoria, che dà la possibilità al compositore di cedere il controllo artistico, e affidare all’uditore il compito di assemblare la composizione. In qualità di opere d’arte ambientale, le sculture eoliche, rendono percepibili processi naturali tradizionalmente invisibili, rendendo gli spettatori consci della complessa struttura dell’ambiente. Infine, in qualità di strumento di design urbano, tali opere pervadono lo spazio pubblico di significati, dando la possibilità alla comunità di costituirsi in quanto tale.


Full Text

PDF (English)

Metriche dell'articolo

Caricamento metriche ...

Metrics powered by PLOS ALM

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2016 Gli spazi della musica


Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.

ISSN  2240-7944