Gli Epicurei romani sulla medicina: Senocle, Alessandro, Zopiro e Lucrezio - Roman Epicureans on Friendship: Xenocles, Alexandrus, Zoprius, and Lucretius

  • Enrico Piergiacomi Post-dottorato sulla ricezione del De rerum natura di Lucrezio, con il supporto dell’associazione Italia Fenice (Roma) e della SIAC.

Abstract

Il saggio ricostruisce il pensiero di quattro Epicurei romani sulla medicina: Senocle di Delfi, Alessandro e Zopiro, che figurano nei libri 2-3 delle Questioni conviviali di Plutarco, e Lucrezio. La tesi generale che si sostiene è che questi personaggi hanno in comune il fatto di essere esperti conoscitori di medicina e, nello stesso tempo, filosofi che usano questo sapere con il fine etico di condurre gli esseri umani alla felicità e alla salute. Senocle ricorre forse alla dottrina medica di Asclepiade di Bitinia per spiegare il fenomeno dell’appetito e indirizzare alla sazietà. Alessandro guarda forse alla medicina per razionalizzare e confutare il comando orfico-pitagorico di astenersi dalle fave. Zopiro e Lucrezio presentano, infine, la riflessione di Epicuro sui piaceri sessuali, invitando a coltivarli con temperanza e una prassi igienica. 

 

The paper reconstructs the thought of four Roman Epicureans on the medicine: Xenocles of Delphi, Alexander, Zopyrus, who appear in books 2 and 3 of Plutarch’s Table Talk, and Lucretius. I argue that these characters are not only experts in medicine, but also share the common aim of making ethical use of this knowledge to lead humans towards happiness and good health. In turn, I explore the possibility that Xenocles draws on the medical doctrines of Asclepiades of Bithynia in order both to explain appetite and to exhort us to seek satiety; that Alexander uses medicine to explain and then reject the Orphic-Pythagorean injunction to abstain from beans; finally, that Zopyrus and Lucretius give an account of Epicurus’ reflection on sexual pleasure with the goal of encouraging the youth to seek it with moderation and with an hygienic regime. 

Downloads

Download data is not yet available.

Author Biography

Enrico Piergiacomi, Post-dottorato sulla ricezione del De rerum natura di Lucrezio, con il supporto dell’associazione Italia Fenice (Roma) e della SIAC.

Enrico Piergiacomi (enrico_piergiacomi@libero.it) è cultore della materia di storia della filosofia antica presso l’Università degli Studi di Trento, dove si è addottorato nel 2016 con una dissertazione sulle dottrine teologiche degli atomisti antichi, pubblicata l’anno seguente (Storia delle antiche teologie atomiste, Roma 2017). Si occupa dei Presocratici, di filosofia ellenistica e dell’influenza dell’Epicureismo in età moderna. Attualmente, lavora a un progetto di postdottorato
sulla ricezione del De rerum natura di Lucrezio, con il supporto dell’associazione Italia Fenice (Roma) e della SIAC.

Published
2019-07-15
How to Cite
Piergiacomi, E. (2019). Gli Epicurei romani sulla medicina: Senocle, Alessandro, Zopiro e Lucrezio - Roman Epicureans on Friendship: Xenocles, Alexandrus, Zoprius, and Lucretius. Ciceroniana on Line, 3(1), 191-228. https://doi.org/10.13135/2532-5353/3527
Section
Intellectual Life at Rome and Beyond