Oratoria ed eloquenza nel processo civile: l’eredità di Cicerone nelle tecniche argomentative del difensore

  • Francesco Fradeani Università di Macerata

Abstract

Riassunto L’articolo prende spunto dal “mito” di Cicerone, le opere, gli insegnamenti,
finanche la sua vita, per dimostrare la straordinaria importanza della cultura
romana classica nel diritto processuale civile moderno, in tutto il mondo occidentale.
In particolare, se da un lato la migliore dottrina, ma anche la giurisprudenza,
richiamano spesso l’esperienza giuridica del mondo antico, dall’altro l’articolo
sottolinea l’estrema utilità, ancora oggi, della retorica ciceroniana nell’attività forense,
sia scritta sia orale. In questo contesto, si affrontano temi fondamentali
come la ricerca della verità nel giusto processo e la tensione che esiste tra “fare
presto” e “fare bene”, anche in applicazione del principio costituzionale della ragionevole
durata previsto dall’art. 111. Da ultimo, in una prospettiva de iure condendo,
si auspica un ritorno agli antichi fasti del processo orale, concentrato ed
immediato, magari con l’aiuto delle più moderne tecnologie informatiche.


Abstract The paper draws inspiration from Cicero’s “legend” (treatises, advices,
even his life), to demonstrate the extraordinary importance of classical Roman
culture in the modern legal practice of civil procedure, everywhere in the Western
world. In particular, the paper argues that the best doctrine, and also jurisprudence,
often recall the juridical experience of the ancient Roman world, and it
also underlines the tremendous usefulness, even today, of Ciceronian rhetoric in
a lawyer’s actions, both written and oral. In this context, this paper deals with
fundamental issues such as the uncovering of truth in a fair trial and the tension
that exists between “doing quickly” and “doing well”, even in application of the
Italian constitutional principle of reasonable delay provided by clause 111. Finally, in a de iure condendo perspective, it hopes for a return to the ancient glories of the condensed, immediate and oral trial, perhaps with the help of the most modern technologies.

Author Biography

Francesco Fradeani, Università di Macerata
Francesco Fradeani (francesco.fradeani@unimc.it) si è laureato in Giurisprudenza, con lode, presso l’Università di Macerata nel 2001. Dopo il Diploma di specializzazione biennale in Professioni Legali presso le Università di Macerata e Camerino (2003), ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Diritto delle Procedure Concorsuali ed Esecutive presso l’Università di Macerata nel 2008 (XX ciclo).
È stato Doctorant en visite presso l’Institut de droit comparé (Université Panthéon-Assas, Paris II); Visiting fellow presso la School of Law delle Università di Leicester, Birmingham, Queen Mary di Londra ed infine della Ludwig Maximilian
Universität di Monaco di Baviera; assegnista di ricerca in Diritto processuale civile presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma Tre; Guest researcher presso la Faculty of Law, Université de Montréal. Dal 2017 è ricercatore a tempo determinato, tipo a – junior, in Diritto Processuale Civile presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Macerata, titolare
degli insegnamenti di Diritto delle procedure concorsuali e Diritto processuale del lavoro.
Published
2020-01-01
Section
Articoli