Godere di dio. La posizione mistica tra devastazione e amore

  • Chiara Pignatti Università degli Studi di Padova
  • Marco Xerra Università degli Studi di Padova

Abstract

The aim of this paper is to analyze the connection between mysticism and love. The analysis, which also, through a Lacanian lens, explains in what consists the specific jouissance of the mystic consists in, will be undertaken through a psychoanalytically-informed reading of a short story by David Foster Wallace contained in Brief Interviews with Hideous Men. The female protagonist of the short story, who never directly appears, sums up a number of features typical of the mystical position. By means of compared readings of various classical mystical texts, we will argue that mystical love implies a peculiar relationship to the body, the Other and language. Mystical love is thus described as a form of radical emptying of the self which coincides with a total openness toward the Other.

Biografie autore

Chiara Pignatti, Università degli Studi di Padova

Dottoressa in Scienze Filosofiche presso l’Università di Padova, si occupa delle relazioni teoretiche tra la psicoanalisi di J. Lacan e la fenomenologia della vita di M. Henry, con particolare riguardo per i temi della ripetizione e dell’incarnazione, allo scopo di far emergere una nuova visione del soggetto.

Marco Xerra, Università degli Studi di Padova

Dottore in Scienze Filosofiche presso l’Università di Padova, si interessa della possibilità di una concezione non egologica della soggettività, con attenzione alla mistica cristiana, alla questione dell'animalità e alla psicoanalisi di J. Lacan.

Pubblicato
2022-03-15
Sezione
V. Letture, riletture e testimonianze