Costruire e ricostruire un evento televisivo. Le Prime della Scala in diretta su Raiuno (2016-2019)

  • Luca Barra Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Abstract

Questo articolo si concentra sulla dimensione televisiva di un evento come la Prima della Scala, analizzando la messa in onda live del teatro d’opera, le sue implicazioni testuali e contestuali, la rilevanza sia artistica sia cerimoniale di simili occasioni. Applicando lo sguardo dei television studies su un oggetto inevitabilmente di confine, e facendo ricorso principalmente agli studi sulle culture della produzione tv, si affrontano qui in particolare le quattro Prime che negli ultimi anni sono state nuovamente trasmesse in diretta su Rai1, da Madama Butterfly (2016) a Tosca (2019). Nella prima parte, sono ricostruite le intenzioni, gli obiettivi e i passaggi promozionali che hanno riportato questo appuntamento annuale al centro dell’offerta televisiva e si mettono a confronto le strategie adottate con l’attenzione da parte della stampa, i risultati di ascolto e i profili di visione. Nella seconda parte, è invece approfondito il dialogo che si viene a stabilire tra lo spettacolo operistico e quello televisivo, affrontando le implicazioni della collocazione delle Prime nei palinsesti e poi valutando i numerosi elementi di negoziazione tra la regia teatrale e quella televisiva, grazie alla testimonianza di alcuni professionisti coinvolti. Da questa analisi emergono così le differenti finalità, gli inevitabili compromessi, le necessità mediali, dando risalto a una dimensione spesso trascurata ma cruciale di un evento molteplice quale il 7 dicembre scaligero.

This article focuses on the televisual dimension of an event such as the Prima della Scala, in Milan, analyzing the live broadcast of the opera, its textual and contextual implications, the artistic and ceremonial relevance of such an occasion. Applying the perspective of television studies to an inevitably borderline object, and making use mainly of television production cultures, the four Prime broadcast live in recent years on the first public service network will be analyzed, from Madama Butterfly (2016) to Tosca (2019). In the first part of the article, the goals, objectives and promotional steps that brought this annual event back to the center of the Italian television offer are reconstructed, and these strategies are compared with the attention given by the press, the ratings and the viewing profiles. In the second part, then, the main focus switches on the dialogue established between the opera and its television broadcast, addressing the implications of the placement of the Prime inside the television schedules and evaluating the many negotiations happening between theatre and television directors, thanks to the testimony of some professionals involved. This analysis highlights the many layers, the inevitable compromises, and the media logic, putting under the spotlight an often neglected but crucial dimension for a stratified event such as the December 7th openings of the Scala Theatre.

Pubblicato
2020-12-15
Come citare
Barra, L. (2020). Costruire e ricostruire un evento televisivo. Le Prime della Scala in diretta su Raiuno (2016-2019). Gli Spazi Della Musica, 9, 67-84. Recuperato da https://www.ojs.unito.it/index.php/spazidellamusica/article/view/5392