L’ascesa di Pechino e il revisionismo. Evidenze empiriche e lacune teoriche delle Relazioni Internazionali

Abstract

L'ascesa di potenze revisioniste è considerata una costante della politica internazionale. Al culmine della transizione di potere, questi attori lanciano una sfida all'ordine internazionale per modificarlo e, infine, sostituirlo con uno più vantaggioso. L'articolo conduce un test idiografico delle teorie delle Relazioni Internazionali esistenti attraverso un caso cruciale, quello della politica estera della Repubblica Popolare Cinese nel periodo seguito alla fine della Guerra fredda e, in particolare, durante la segreteria di Xi Jinping. L'esame del caso, infatti, evidenzia le lacune sostanziali e metodologiche della letteratura sulle potenze revisioniste e  suggerisce possibili filoni di ricerca che potrebbero fornire ipotesi e framework più utili per comprendere le traiettorie delle relazioni internazionali contemporanee, al cui interno, in particolare, spiccano come dinamiche cruciali l’ascesa della Cina e la spirale competitiva con gli Stati Uniti.

Pubblicato
2022-05-17
Fascicolo
Sezione
OrizzonteCina vol.12 n.2 (2021)